CAMMINARE CAMBIA LA VITA

Spread the love

In inverno vince il desiderio di “rintanarsi”, ma esistono almeno 5 motivi per ricredersi, appendere la copertina al chiodo, uscire allo “scoperto” e andare a camminare anche solo mezzora.
Una buona abitudine, tanti benefici. Dà benefici quasi immediati a livello metabolico ottimizzando l’utilizzo degli zuccheri, attiva la respirazione cellulare, migliora il benessere cardiocircolatorio e riduce i livelli di infiammazione. Camminare fa dimagrire, meglio di qualsiasi superintegratore.
Camminare aiuta a mantenere la linea. Fare attività fisica quando le temperature sono basse aiuta a bruciare più calorie perché il corpo deve lavorare di più per mantenere la temperatura interna, attorno ai 37 ° C. Secondo alcuni scienziati dell’Università di Maastricht nei Paesi Bassi, come si legge in Trends in Endocrinology and Metabolism, una regolare esposizione al freddo può essere una strategia alternativa sana e sostenibile per aumentare la propria spesa energetica. Quindi, uscire a fare una passeggiata in inverno può essere un ottimo modo per aumentare la capacità del corpo di bruciare calorie.
Camminare garantisce il pieno di vitamina D. Indispensabile per la salute, questa vitamina è coinvolta nel processo di assorbimento del calcio e del potassio da parte del nostro organismo e ci consente di avere denti e ossa forti. A meno che non sia assunta come integratore alimentare, viene prodotta dal nostro corpo solo prendendo il sole. Servono circa 15 minuti di luce solare sul viso e sulle mani 2-3 volte a settimana per ottenere la dose settimanale di vitamina D.
Camminare migliora l’umore. Il freddo e le giornate più corte ci portano a limitare le uscite preferendo stare al caldo a casa. Questa, però, non è una grande idea. Stare a casa e non vedere nessuno non aiuta a essere nella propria massima forma fisica, bisogna uscire! Numerosi studi hanno dimostrato che praticare sport aiuta a combattere la depressione stagionale perché allenandosi il nostro corpo produce endorfine, ormoni che danno una sensazione di benessere. È, quindi, molto importante andare a fare qualche passeggiata soprattutto in inverno.
Anche brevi, da 20 a 30 minuti, fanno la differenza.
Camminare è un ottimo modo per disintossicarsi. Meno stressante per le ginocchia della corsa e molto molto più distensiva per i nervi la camminata – si consiglia di camminare per 30 minuti di seguito, un po’ più veloce della passeggiata possibilmente 2/3 volte a settimana – è (anche) un bellissimo esercizio di meditazione e respirazione.
Passeggiare soprattutto all’aria aperta può trasformarsi nell’abitudine più rilassante che ci sia.

 

Autore dell'articolo: Lisa Sandri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *